Authorization for Use of cookies

  • English
  • Français
  • Italiano

Dernières nouvelles

Le nouveau site web du restaurant "Al Tonno di Corsa" est sur internet. Parmi les nouvelles fonctionnalités, il faut souligner notre liste de vins ajournée et surtout le nouveau blog qui nous...

1

Commentaires récents

Connexion

Newsletter

Mantieniti informato sulle ultime novità: iscriviti alla newsletter.

Vous êtes ici

Accueil » Blogs » Blog de Secondo Borghero

La cucina nell'isola dell'isola di una penisola

Categoria: 

Arte e cucina si sono incontrate nell'ultima edizione della classica rassegna organizzata dai Botti du shcoggiu "Dall'isola dell'isola di una penisola", svoltasi a Carloforte per la sedicesima volta, dal 28 agosto al 1 settembre. Nella pittoresca cornice del giardino di note il tango dei Contramilonga e il sax di Gavino Murgia si sono incontrati con il Cascà e i tradizionali piatti della cucina tabarkina, preparati appositamente dallo staff del nostro ristorante. D'altronde la nostra convinzione col passare degli anni è rimasta la stessa: cucina è soprattutto custodia delle tradizioni ed evocazione, tramite i sapori, delle origini e della matrice culturale della nostra isola, e più in generale di quello che la nostra isola rappresenta: uno splendido spaccato di mar mediterraneo. Per noi dunque la cucina è senza dubbio cultura e proprio per questo motivo negli ultimi anni abbiamo sempre ammirato le intenzioni di chi ha voluto e creato una manifestazione culturale come "Dall'isola dell'isola di una penisola" , che si propone di far incontrare al centro del mediterraneo contenuti artistici differenti ma influenzati da un tratto comune: proprio la cornice offerta dalla nostra terra e dal nostro mare che bagna isola e penisola al tempo stesso.
Negli anni passati abbiamo sempre appoggiato questa rassegna ospitando gli artisti nel nostro locale e cercando di sostenere il più possibile la manifestazione. Quest'anno però, grazie all'ottima intuizione di Riziero, ci è stato proposto di essere parte attiva del festival presentando i nostri piatti allo stand del giardino di note, durante la proiezione dei film e durante i concerti. Abbiamo accolto con entusiasmo questa proposta e sotto il cielo stellato del giardino per cinque sere è stato possibile gustare i "cavalli di battaglia" del nostro menu come il cascà, la capunadda e i cassulli di pasta fresca al ragù di tonno, ma anche alcune nuove proposte come la zuppa di ceci e verdure fresche servita con delle cozze o il calamaro di cascà. Il tutto accompagnato da vini bianchi e rossi sardi, a tema con i piatti proposti. Come dolce la nostra coppa anni 50 artigianale, a base di pan di spagna in bagna di rum, frutta fresca e crema pasticciera.
L'esperimento sembra essere riuscito..almeno a detta dei partecipanti!Dal canto nostro speriamo di avere arricchito il festival con la nostra presenza, e di aver aggiunto almeno un piccolo qualcosa allo splendido lavoro fatto dagli organizzatori,ma soprattutto dagli artisti, veri protagonisti e vera anima della rassegna. Concludiamo con un ringraziamento ai "botti" per averci permesso di partecipare a questo progetto, e con l'augurio di ripetere in futuro lo stesso esperimento!

Lo staff del Tonno di Corsa.

Commentaires

grande cena al tonno!e grandi cammillocromo!vi aspettiamo l'anno prossimo!

Poter far incontrare il festival, il teatro, la musica, il nuovo circo, gli artisti ospiti, gli spettatori, i tecnici, i giornalisti,  con la cucina di qualità e con un gruppo che fa della ricerca e dell'innovazione nella tradizione, la base del proprio lavoro, è stato per i Botti una grande gioia, l'inizio di una nuova ed entusiasmante collaborazione, che ci auguriamo ci porterà sempre più avanti nel nostro percorso di promozione e formazione culturale nel territorio. La sintesi di questo connubbio è per me nel volto sorridente e rassicurante di Alessandro in qualsiasi momento, ora, situazione, che fosse sera,  notte, o il nuovo mattino. Vi siamo grati per averci portato fiducia, energia, professionalità.Riziero